top of page

Masseria Fenicia, sentirsi come a casa

Aggiornamento: 28 lug 2022

La scorsa estate, nel mese di Agosto, siamo stati ospiti di questa piccola e curatissima Masseria.

Situata nell'entroterra nella frazione di Piangevino, Masseria Fenicia è un luogo perfetto dove poter passare qualche giorno all'insegna della natura, del relax e del buon cibo. Sarete coccolati dai padroni di casa che vi racconteranno la storia di questa meravigliosa struttura alla quale hanno, da pochi anni, dato vita con amore e passione.


Masseria Fenicia è composta da diversi stabili. Quello principale accoglie delle camere al piano superiore ed un salotto comune e la cucina, dove viene preparata la colazione, al piano terra.

Noi abbiamo avuto il privilegio di trovare disponibile la suite che è allocata in uno stabile indipendente fronte giardino.

La nostra stanza era arredata con semplicità ma con buon gusto. Dei piccoli alberi di vite facevano da cornice all'entrata, conferendo così ancor di più un aspetto veramente rurale alla nostra sistemazione.

All'interno della vostra camera troverete un letto king size molto comodo, una cabina armadio, un bagno finemente ristrutturato, un piccolo scrittoio e un frigo bar dove conservare bevande e cibo.

Fuori la nostra Suite avevamo una zona relax con lettini e un tavolo di marmo dove poter fare la colazione la mattina oppure concedersi un buon caffè dopo pranzo.

Alle spalle della nostra camera, avevamo la loro campagna dove potevamo stendere il bucato e rilassarci su di un'amaca alle prima ore del mattino o al tramonto.


Masseria Fenicia è senz'altro uno dei posti più belli dove io abbia alloggiato in Italia non solo per la bellezza degli spazi ma anche e sopratutto per il trattamento che abbiamo ricevuto dai proprietari di questo angolo di paradiso sulla terra.

Gaetano e la sua famiglia, dal primo momento che siamo arrivati, ci hanno accolto nella loro casa perfettamente.

Ci siamo sentiti coccolati in ogni momento della giornata dalla colazione alla sera quando ci venivano lasciate due tazze con gli infusi caldi prima di andare a dormire fuori dalla porta della nostra stanza. Quando abbiamo lasciato Masseria Fenicia, abbiamo versato qualche lacrimuccia però con l'idea che saremmo tornati nuovamente per rivivere altri giorni indimenticabili come quelli passati.

La masseria ha una piscina bellissima ed è contornata dal loro giardino delle piante aromatiche. Infatti, mentre sarete sull'amaca a riposare o su di un lettino bordo piscina a leggere, di tanto in tanto, verrete avvolti dagli odori del rosmarino, della lavanda e di tante altre erbe.

Vi rapirà il cuore questo posto immerso nella campagna e vi affezionerete alla loro dolcissima gattina che non farà altro che seguire ogni vostro spostamento all'interno della masseria.

All'ingresso di quest'ultima, troverete uno spazio con arnesi per lavorare la terra che sono posti lì meravigliosamente ma sono realmente poggiati lì perchè utilizzati dalla famiglia per lavorare la loro terra.

Lì in quella zona, ogni mattina, trovavamo a seccare i pomodorini su delle grande reti.

Gaetano ci invitava a rubarne qualcuno quando passavamo di lì e, sotto suo consiglio, l'abbiamo fatto..non sapete che spettacolo!

La loro colazione è quasi tutta salata, non sarà facile mangiare tutte quelle cose a colazione ma potrete chiedere dei contenitori per portare in camera quello che vi è avanzato così da gustarvele con più appetito verso l'ora di pranzo. Ogni cosa è preparata in casa da loro con amore. Se dovessi dare un voto, a questa meravigliosa casa di campagna, non basterebbe un dieci e lode!

1 Comment

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
Guest
Feb 18, 2023
Rated 5 out of 5 stars.

Immergersi qualche giorno nella natura delle campagne pugliesi fa sempre bene, qui il tempo rallenta e pian piano si torna a pensare ai sapori della terra e i suoni della natura. Il tuo racconto, Ludovica, narra la vita in masseria e la differenza la fanno i tuoi occhi da esploratrice, sei riuscita a farti travolgere da tutta questa bellezza e a descriverla benissimo.

Un abbraccio, Gaetano.

Like